Migliori Termometri Auricolari 2018

Esistono vari tipi di termometro, ognuno con le proprie caratteristiche specifiche, gli utilizzi previsti ma anche gli svantaggi. Se avete bisogno di un nuovo termometro, che siate giovani genitori con figli più o meno piccoli, è opportuno cercare attentamente tra i diversi tipi di termometro in commercio quello che meglio si adatta alle vostre esigenze e a quelle della vostra famiglia. Un buon termometro di alta qualità durerà anni e vi aiuterà nelle situazioni più difficili, come quando vostro figlio o un altro familiare si ammala. Diamo quindi un’occhiata ai termometri auricolari per bambini e vediamo in che modo si differenziano dai termometri rettali, ascellari o orali. Naturalmente, vi daremo anche le nostre raccomandazioni sui migliori termometri auricolari attualmente sul mercato.

Sono finiti i tempi del comune termometro di vetro al mercurio. Si tratta di uno strumento tradizionale, che è stato al servizio dell’uomo per secoli, ma che oggi è considerato troppo pericoloso. Qualcuno potrebbe dire che ciò sia solo frutto di una sorta di psicosi, molto diffusa tra le generazioni moderne, dal momento che i termometri a mercurio sono precisi, resistenti nel tempo e affidabili. Tuttavia, gli aspetti negativi esistono e sono innegabili. I termometri a mercurio si rompono facilmente, soprattutto nelle mani dei bambini, e quando si rompono, il mercurio fuoriesce. Una parte del mercurio fuoriuscito potrebbe vaporizzare ed essere inalato dal bambino in quantità pericolose. Fortunatamente, le alternative non mancano.

I termometri rettali digitali sono ampiamente riconosciuti come i termometri più precisi in circolazione. Tuttavia, prendere la temperatura per via rettale non è mai piacevole, specialmente quando lo si deve fare ad un bambino, e ancora di più quando va fatto ripetutamente. Ecco perché, per usi domestici, spesso si consigliano i termometri auricolari ad infrarossi e i termometri orali o ascellari digitali. I termometri ascellari sono generalmente considerati i meno precisi, seguiti dai termometri orali. E questo ci porta ai termometri auricolari.

Tuttavia, anche la precisione dei termometri auricolari è stata messa in discussione dai ricercatori. Come gli altri modelli non rettali, anche il miglior termometro per orecchio, noto anche come termometro aurale o auricolare, non è così preciso come i termometri rettali. Ecco perché è importante privilegiare sempre la qualità rispetto al prezzo, assicurandosi di acquistare un termometro di altissimo livello. Un termometro auricolare a buon mercato potrebbe dare misurazioni sballate, con un margine di errore addirittura di un grado, e ciò può comportare gravi rischi per la salute.
Quindi, onde evitare tali rischi, cominciamo con una serie di raccomandazioni sui migliori termometri auricolari attualmente sul mercato.

I 3 migliori termometri auricolari:

Braun Thermoscan 7 IRT6520

Il Thermoscan 7 IRT6520 testimonia chiaramente il motivo per cui Braun è considerata “l’azienda preferita dai medici”. Questo modello di termometro auricolare professionale è dotato della tecnologia brevettata Age Precision e vi guida nell’interpretazione della temperatura in base all’età. Ha anche la punta pre-riscaldata brevettata da Braun, la tecnologia ExacTemp per una maggiore precisione di misurazione, ed è veloce e facile da usare.

Braun Thermoscan 7 IRT6520Pro:

  • Tecnologia Age Precision
  • Sistema di posizionamento ExacTemp
  • 9 memorie, un interruttore Celsius/Fahrenheit e molto altro.

Contro:

  • Costa parecchio
  • Difficile da usare al buio, perché il display è molto luminoso.

Braun Thermoscan 5 IRT6020

Questo termometro auricolare Braun, dal prezzo più contenuto ma comunque non economico, presenta molte delle caratteristiche del modello precedente. La punta di questo termometro è morbida e pre-riscaldata a 34°C, per una comodità maggiore e letture più precise. Dispone inoltre del sistema di feedback ExacTemp brevettato da Braun, che aiuta ad ottenere letture facili e corrette.

Braun Thermoscan 5 IRT6020Pro:

  • È possibile effettuare misurazioni sia in gradi Celsius che Fahrenheit
  • Sistema di posizionamento ExacTemp
  • Filtri inclusi

Contro:

  • È un po’ costoso
  • Il design dell’astuccio protettivo non è dei migliori né sicurissimo.

Hylogy MD-H30

Per un’opzione più economica, ma che allo stesso tempo non comprometta la qualità del termometro, Hylogy MD-H30 è un’ottima scelta. Per fornire misurazioni precise, utilizza un sensore estremamente sensibile e preciso prodotto dall’azienda tedesca Smiths Heiman GmbH, con sede a Wiesbaden, e un microchip di alta qualità. Presenta inoltre un design ergonomico, la funzione allarme quando la febbre è alta e la regolazione gradi Celsius/Fahrenheit.

Hylogy MD-H30Pro:

  • Funziona anche come termometro frontale, auricolare, ambientale, per oggetti e alimenti (latte, acqua, ecc.)
  • Display a LED e “Modalità silenziosa” per i bambini che dormono
  • La velocità di misurazione è di 1 secondo

Contro:

  • Le batterie non sono ricaricabili e si esauriscono rapidamente.

Come abbiamo scelto i migliori termometri auricolari?

La scelta dei migliori articoli elencati sopra è stata difficile perché sono molte le voci da prendere in considerazione quando si parla di termometri auricolari. In generale, i termometri auricolari hanno molti pro e contro, quindi è stato necessario anche confrontarli con altri tipi di termometro. Lo scopo di questo confronto non era tanto quello di giudicare i termometri auricolari, ma di valutare quali sono le caratteristiche che rendono un termometro per orecchio veramente valido.

Per questo motivo, è stato necessario esaminare non uno ma diversi gruppi di prodotti e segmenti di questa nicchia per redigere questo articolo. Abbiamo letto altre decine di articoli, abbiamo esaminato centinaia di prodotti diversi, abbiamo letto innumerevoli opinioni sui termometri auricolari e abbiamo persino dovuto studiare le basi scientifiche che stanno dietro a questi prodotti. Occorreva inoltre verificare come se la sarebbero cavata i migliori termometri digitali auricolari se confrontati con i termometri rettali, e quali sono i termometri più adatti in base alla fascia d’età dei destinatari. È risaputo che i termometri auricolari siano i più adatti per i bambini, ma abbiamo anche raccolto alcuni dati che suggerirebbero il contrario. Pertanto, abbiamo dovuto valutare se un termometro auricolare per adulti è migliore dei termometri per orecchio per bambini.

Nonostante sembrino piuttosto semplici da usare, abbiamo dovuto comunque esaminare le istruzioni d’uso, e poi innumerevoli grafici e tabelle per aiutarci a confrontare i diversi prodotti.
Dopo tutte queste difficoltà e tutto questo lavoro, abbiamo identificato i vari fattori che avrebbero dovuto essere presenti in un prodotto per potersi qualificare come “Miglior termometro auricolare”. In primo luogo, ovviamente, la precisione. Prendere la temperatura nelle orecchie non è in generale il metodo più preciso che esista, poiché i termometri rettali sono migliori, quindi era importante raccomandare il termometro auricolare migliore, o i migliori. Il miglior termometro auricolare per bambini e adulti deve essere precisissimo, perché talvolta è letteralmente una questione di vita o di morte.

Inoltre, anche la flessibilità e il comfort sono importanti. Un termometro non è qualcosa che si usa sempre in ambienti calmi e controllati: molto spesso capita di doverli usare nel cuore della notte, col bambino che piange, quando siete mezzi addormentati e c’è il caos ovunque. È fondamentale che un buon termometro per la febbre da orecchio sia il più semplice e flessibile possibile.
Anche la longevità è un elemento importante, poiché i termometri devono durare anni. Indipendentemente dalle critiche, anche i termometri in vetro a mercurio potrebbero durare decenni, sempre che non si rompano prima. Molti termometri moderni potrebbero non durare così a lungo (anche se, ovviamente, non abbiamo avuto tutto questo tempo per testarli), ma è importante che non pensiate di doverne acquistare un altro al più presto per rimpiazzare l’acquisto appena fatto.

Infine, volevamo anche che i termometri auricolari da raccomandare fossero multifunzione. I termometri sono generalmente oggetti destinati a tutta la famiglia e non solo al bambino per un periodo di età molto specifico e breve. Inoltre, per “multifunzione” si intende un termometro auricolare che può anche fungere da termometro frontale o da termometro per oggetti. Questo è importante, perché ci sono situazioni in cui si preferisce misurare la temperatura del bambino toccandogli la fronte o semplicemente controllare la temperatura del latte o dell’acqua che mangia.
Questi sono grossomodo i fattori che abbiamo analizzato per compilare l’elenco sopra. Tuttavia, scavando tra tutte queste ricerche, abbiamo anche imparato molto su come usare un termometro auricolare, sul loro meccanismo di funzionamento e altro ancora. Quindi, se volete saperne di più su questi dispositivi, continuare pure a leggere l’articolo.

Breve analisi dei termometri auricolari

Il principio di rilevamento della temperatura che sta alla base del funzionamento dei termometri auricolari è la rilevazione della radiazione infrarossa. Non temete, la radiazione infrarossa è semplicemente l’energia termica che viene emessa da un qualunque oggetto caldo. È lo stesso meccanismo utilizzato da molti rettili e serpenti per percepire il mondo circostante, ossia rilevando la radiazione infrarossa di mammiferi, pesci e uccelli. Noi umani non possediamo sensori naturali per rilevare gli infrarossi, ed è proprio per questo motivo che li abbiamo creati.

I termometri auricolari usano la radiazione infrarossa del corpo per determinare la nostra temperatura esatta. Il timpano umano si rivela essere una parte del corpo ideale per misurare con precisione la temperatura corporea. Tutto quello che i termometri auricolari devono fare è rilevare la radiazione infrarossa in uscita dal timpano, elaborarne l’intensità e determinare la temperatura esatta del paziente.

I componenti di base dei termometri auricolari

I termometri auricolari svolgono il loro compito per mezzo di vari componenti.

  1. Un sensore a infrarossi che rileva la radiazione infrarossa dal timpano.
  2. Un microchip che elabora i dati e che calcola la temperatura esatta del paziente.
  3. Un display a LED che mostra il risultato, e offre opzioni aggiuntive come il cambio Celsius/Fahrenheit, la memorizzazione delle misure dei diversi membri della famiglia, ecc.

A seconda del tipo di termometro, potrebbero esservi altri componenti, quali i filtri per il vetro, gli astucci protettivi, dei sensori aggiuntivi per misurazioni non auricolari, etc. Tuttavia, tali componenti aggiuntivi dipendono dal modello specifico e non sempre sono presenti.

Potenziali problematiche dei termometri auricolari

Sebbene siano molto pratici e utili, i termometri auricolari non sono perfetti. Ciò non significa che si debba evitare di comprarli, ma che bisogna comprenderne i pro e i contro, sapere quando, come e per quale motivo si vuole un termometro auricolare, in modo da ignorarne gli svantaggi. Dopo tutto, i termometri non sono articoli di lusso, quanto piuttosto un aiuto essenziale per la salute della nostra famiglia. Dunque, quali sono le potenziali problematiche dei termometri auricolari da tenere a mente?

La misurazione non è precisa come quella dei termometri rettali. Questo è uno svantaggio comune alla maggior parte dei termometri, non solo di quelli auricolari. Eppure, è un aspetto da sottolineare. Il modo più semplice per scoprire se il termometro auricolare non restituisce valori esatti è semplicemente effettuare una misurazione in successione in entrambe le orecchie. Non è raro che queste letture differiscano un po’, e ciò potrebbe essere allarmante. Se le misurazioni differiscono di più di un grado Celsius (o anche meno), è possibile che il termometro non sia adatto a garantire il benessere della famiglia.

Il dottor Rosalind L. Smyth dichiara su WebMD: “Nella maggior parte dei contesti clinici, la differenza di 1 grado non costituisce un problema, ma ci sono situazioni in cui potrebbe determinare la necessità o meno di trattare un bambino”.

Smyth e i ricercatori dell’università inglese di Liverpool hanno esaminato 31 studi diversi e confrontato le misurazioni effettuate su 4500 neonati e bambini diversi utilizzando termometri auricolari e rettali. Secondo quanto emerso, una temperatura di 38 °C misurata con un termometro rettale potrebbe variare tra i 37 °C e i 39,2 °C se misurata con un termometro auricolare. Sulla base di questi risultati, Smyth ha concluso che i termometri auricolari sono adatti per l’uso domestico quando sono di qualità sufficientemente elevata, ma non dovrebbero essere utilizzati dai pediatri come fonte principale di informazioni.

La presenza di cerume o un condotto uditivo stretto e curvo possono interferire con la lettura del termometro auricolare. Sono questi i due fattori che contribuiscono maggiormente a determinare la minore precisione dei termometri auricolari rispetto ad altri dispositivi. Prima di utilizzare un termometro auricolare è consigliabile pulire adeguatamente l’orecchio. Inoltre, potreste rivolgervi ad un otorinolaringoiatra per chiedere se termometri di questo tipo siano appropriati per la conformazione del vostro orecchio.

Anche gravi infezioni all’orecchio possono compromettere le misurazioni di un termometro auricolare, come dice il pediatra Robert Walker, il che è paradossale, dato che è proprio in quel momento in cui se ne potrebbe dover usare uno.

Il timpano umano è molto sensibile e un termometro auricolare può danneggiarlo. Non è necessario che un termometro auricolare venga premuto fisicamente contro il timpano, basta che rimanga a circa un centimetro di distanza dal timpano stesso. Tuttavia, nonostante ciò riduca il rischio al minimo, non lo annulla del tutto. Un bambino agitato o irrequieto potrebbe muoversi bruscamente e all’improvviso, spingendo il termometro contro il timpano e facendosi male. Incidenti come questi sono la ragione per cui molti specialisti sconsigliano l’uso dei termometri auricolari per i bambini di età inferiore ai 6 mesi. È altrettanto sconsigliato prendere la temperatura quando il bambino dorme. Le pubblicità di molti termometri auricolari (un paio dei quali sono inclusi nella nostra lista) dichiarano di “essere così silenziosi e veloci da poter prendere la temperatura di un bambino quando dorme”. Ciò è di per sé molto buono, ma prendendo la temperatura di un bambino che dorme si rischia di svegliarlo, spaventarlo e incorrere in un incidente. Per quanto rapido e silenzioso possa essere un termometro auricolare, fate sempre attenzione a non danneggiare il timpano del vostro bambino.

Quindi, come potete vedere, i termometri auricolari non sono perfetti: non possono essere usati in ogni situazione, possono dare letture errate in circostanze specifiche (o se sono semplicemente di scarsa qualità), e un genitore maldestro a volte può danneggiare l’orecchio del bambino. Tuttavia, si può ovviare a gran parte di questi inconvenienti acquistando un termometro auricolare di alta qualità e imparando a usarlo correttamente.

Perché utilizzare un termometro auricolare rispetto ad altri tipi

Abbiamo già detto più volte che i termometri auricolari non sono tra i termometri più precisi. Avendo compreso i loro limiti, diamo ora un’occhiata alle varie ragioni per cui vale la pena acquistarli:

  • I termometri auricolari o aurali sono estremamente veloci. Un buon termometro auricolare può fornirvi una misurazione precisa della temperatura corporea in uno o due secondi. I famosi cinque minuti richiesti dai tradizionali termometri a mercurio in vetro sembrano un’eternità.
  • I termometri auricolari sono molto facili e comodi da usare. I termometri rettali sono un incubo se paragonati alla facilità d’uso dei termometri auricolari: basta metterli nell’orecchio, in qualsiasi momento, e in un attimo è fatta. Questi sono i motivi principali per cui la maggior parte delle persone sceglie un termometro auricolare: la garanzia che il bambino sia sempre al sicuro, e la possibilità di evitare l’uso di un termometro rettale più volte al giorno, che potrebbe causare molti problemi.
  • I termometri auricolari sono ancora abbastanza precisi. Abbiamo largamente insistito sulla loro minore precisione rispetto ai termometri rettali, ma va anche detto che di certo non sono i meno precisi. I termometri ascellari digitali moderni sono considerati, in questo momento, i meno precisi sul mercato, e i termometri auricolari li superano notevolmente. Se a casa avete solo un termometro ascellare digitale, valutate la possibilità di sostituirlo o quantomeno abbinarlo il prima possibile con un termometro auricolare. Per i bambini piccoli, in particolare, i termometri ascellari possono risultare praticamente impossibili da utilizzare con precisione, poiché raramente neonati e bambini rimangono fermi abbastanza a lungo per consentire una misurazione corretta.
  • Meglio scegliere un termometro per orecchio per neonati. Alcuni termometri auricolari fungono anche da termometro frontale, o ambientale o per oggetti. Questo è possibile perché il funzionamento dei termometri auricolari e frontali è piuttosto simile: entrambi misurano la radiazione infrarossa. Tuttavia, mentre i quelli auricolari la misurano dal timpano del paziente, i termometri frontali la misurano dall’arteria temporale sulla nostra fronte. Avere un termometro che funga sia da termometro auricolare che frontale è un’ottima risorsa per vari motivi: 1)se il paziente ha il cerume, un’infezione all’orecchio o altri problemi al condotto uditivo, si potrà optare per la funzionalità della misurazione dall’arteria temporale; 2)è possibile utilizzare contemporaneamente entrambe le funzionalità per confrontare le letture e avere un quadro più preciso sulla situazione del paziente; 3)inoltre, se si desidera misurare la temperatura del bambino senza svegliarlo, un termometro per arteria temporale è una soluzione migliore poiché non si rischia di danneggiare il paziente.

Sulla base di questi fattori, non è difficile capire il motivo del successo dei termometri auricolari. È proprio attraverso la conoscenza e la comprensione dei loro punti di forza e di debolezza che sarete in grado di acquistare un termometro auricolare di qualità e di sfruttarne la sua piena efficacia.

Breve riepilogo sugli altri tipi di termometri

Per esaminare rapidamente le alternative, ecco gli altri tipi di termometri che potete utilizzare:

  • Termometri rettali. Abbiamo accennato a quanto fastidiosi e complessi da usare siano questi termometri. Allo stesso tempo, però, non sono poi così male. La punta del termometro rettale deve essere inserita solo 1-2 cm nell’ano del bambino. Basta accendere il termometro, lubrificare la punta, stendere il bambino sul letto, sollevare i fianchi e inserire delicatamente la punta. Non è necessario forzare o spingere. Quindi, nonostante non sia complicato, è comunque fastidioso e spinge i genitori a scegliere altre soluzioni.
  • Termometri orali. Le punte di questi termometri devono essere inserite in profondità sotto la lingua. Le labbra devono essere tenute chiuse e il bambino non dovrebbe aver mangiato o bevuto nei 15 minuti precedenti la misurazione. Quest’ultima parte sembra facilmente aggirabile, ma non lo è, poiché ai bambini malati viene dato un sacco di tè e medicine da consumare regolarmente. I termometri orali sono meno precisi di quelli rettali (come tutti gli altri) ma non sono meno precisi dei termometri auricolari.
  • Termometri ascellari. Questi termometri digitali sono i più noti, in quanto diretti successori dei termometri ascellari in vetro a mercurio. Tuttavia, sono i termometri digitali moderni meno precisi, poiché l’ascella non è affidabile come la bocca, il retto, l’orecchio o la fronte.
  • Termometri frontali. Questi sono probabilmente i termometri più facili da usare e funzionano secondo lo stesso principio dei termometri auricolari. Sono anche più o meno precisi come loro.

Guida all’acquisto

Quando si acquista un termometro auricolare, la qualità è davvero la caratteristica principale da tenere in considerazione. Il prezzo di un termometro da orecchio dovrebbe davvero essere visto come l’ultimo dei problemi, indipendentemente dalla tipologia. I termometri non sono articoli di lusso, sono destinati a mantenere voi e la vostra famiglia in salute, e si presuppone che debbano durare anni. Per questi motivi, eventuali differenze di prezzo vanno considerate come del tutto trascurabili nel lungo periodo. Naturalmente, la ricerca della qualità può essere un lavoro difficile, poiché ogni azienda rivendica la superiorità dei propri prodotti e spesso le recensioni degli utenti non sono affidabili. Alcune recensioni degli utenti sono incomplete, altre mancano di contesto, altre sono troppo vecchie o scritte troppo sulla base di sensazioni emotive individuali, e alcune sono addirittura menzognere. Bisogna leggere e confrontare molte recensioni degli utenti per avere un quadro chiaro, ecco perché abbiamo scritto questo articolo per voi, insieme ai 3 suggerimenti sui migliori termometri auricolari sopra indicati.

Oltre a cercare semplicemente la migliore qualità, dovreste anche valutare la funzionalità del vostro futuro termometro. È importante considerare per cosa verrà usato, quanto è numerosa la vostra famiglia, quanti anni hanno i bambini, quanto a lungo pensate di usarlo, che sia solo per prevenzione generale e il rilevamento, o se in famiglia ci sono seri problemi di salute, e così via. Avere un termometro auricolare per bambini che sia adatto anche agli adulti è un grande vantaggio. Inoltre, non dimenticate di considerare la versatilità del dispositivo. Un termometro utilizzabile non solo per misurazioni auricolari può essere molto utile in svariate situazioni.

Una volta identificata l’esatta tipologia di termometro di cui avete bisogno e le diverse caratteristiche necessarie, è il momento di cercare le migliori marche. Quelli che vi consigliamo sono: Welch Allyn, iProven, Vive, Braun, QQCute, Kinsa, Hylogy, Beurer, Innovo, Vicks, Paramed e Medical Fitness Research.

Ulteriori informazioni sui termometri auricolari e sul loro utilizzo

La questione dell’età è uno dei principali elementi di disinformazione che circonda i termometri auricolari. La maggior parte delle persone pensa che i termometri auricolari siano adatti ai bambini, in quanto rendono facile misurarne la temperatura. Ed è per questo che la maggior parte dei genitori acquista termometri auricolari. La maggior parte degli specialisti, tuttavia, consiglia di utilizzare questi dispositivi solo per i bambini di almeno 6 mesi o più, perché un bambino più piccolo può essere troppo turbolento e farsi male accidentalmente al timpano.
Ma per rendere le cose ancora più facili, ecco una guida chiara sulle varie fasce d’età e i rispettivi tipi di termometri adatti per ciascuna di esse:

  • Dalla nascita ai 3 mesi di età i termometri rettali sono davvero la soluzione ideale. Sono fastidiosi da usare, ma i bambini di 3 mesi non obietteranno troppo, e in quell’età è fondamentale concentrarsi sulla precisione.
  • Da 3 mesi a 4 anni è un periodo cruciale per i bambini, poiché possono insorgere diversi problemi di salute. I termometri rettali, però, potrebbero iniziare ad essere troppo fastidiosi. In alternativa, è possibile utilizzare un termometro auricolare (dai 6-8 mesi di età in su) o un termometro frontale (per arteria temporale). Anche i termometri orali o ascellari vanno bene, ma la maggior parte dei bambini in questa fascia d’età in genere non stanno fermi abbastanza a lungo da garantire una misurazione precisa con questi strumenti. In entrambi i casi, è sempre consigliabile avere a portata di mano anche un termometro rettale.
  • Dopo i 4 anni è possibile utilizzare praticamente ogni tipo di termometro. La maggioranza dei bambini sopra i 4 anni dovrebbe essere in grado di tenere un termometro ascellare o orale per un periodo di tempo sufficiente, e i termometri auricolari o frontali rimangono delle buone soluzioni.

Conoscere e utilizzare i termometri auricolari

La manutenzione di un termometro digitale per orecchio non è complicata, basta fare attenzione a non farlo cadere o rompere. La maggior parte dei termometri auricolari funziona a batterie che bisogna sostituire di tanto in tanto, anche se di solito durano a lungo. Inoltre, i termometri migliori consumano molto poco. Tuttavia, è importante assicurarsi che il termometro auricolare sia sempre utilizzabile, dato che non è possibile sapere in anticipo quando ne avrete bisogno.

In termini di utilizzo, è consigliabile che ogni componente della famiglia utilizzi un cappuccio protettivo separato, per evitare la diffusione di infezioni. Gran parte dei termometri auricolari di buona qualità sono corredati da una serie di cappucci, quindi anche questo non dovrebbe essere un problema. Mantenendo il termometro e i coperchi protettivi puliti e sicuri, un termometro digitale auricolare dovrebbe funzionare per anni senza problemi.

Conclusioni

Come ogni prodotto di qualsiasi tipo, anche i termometri auricolari o aurali hanno i loro pro e i loro contro. Si distinguono per la facilità d’uso e per le loro funzionalità. Tuttavia, in determinati casi, come la presenza di cerume o infezioni all’orecchio, o canali uditivi curvi, possono essere più difficoltosi da usare. Eppure, se sapete cosa state facendo e se avete trovato un termometro auricolare di qualità adeguata, di sicuro questo vi accompagnerà a lungo. Queste sono esattamente le qualità che abbiamo esaminato quando abbiamo stilato la lista dei migliori termometri auricolari:

Il Thermoscan 7 IRT6520 di Braun utilizza tecnologie proprietarie brevettate quali Age Precision e ExacTemp. Dispone di una guida sulla febbre, può passare facilmente da Celsius a Fahrenheit e ha 9 profili di memoria personali.

L’altro modello Braun del nostro listino, il Thermoscan 5 IRT6020, presenta molte delle caratteristiche del Thermoscan 7, ma ad un prezzo leggermente inferiore. Utilizza anch’esso la tecnologia ExacTemp e include un proprio set di filtri.

Hylogy MD-H30 è una soluzione economica, ma non perde in qualità e funzionalità. Ha un design ergonomico, un processore potente e preciso, e può essere impiegato anche come termometro frontale, ambientale o per oggetti.